bite-dentale-notturno

Il bite dentale notturno: per la cura discreta dei denti

Il bite dentale notturno è uno dei principali strumenti ortodontici utilizzato per la cura discreta dei denti come, ad esempio, la correzione di una cattiva occlusione dentale, è utile per alleviare i dolori cervicali e modificare la dislocazione mandibolare o, più in generale, per risolvere i problemi legati all’apparato masticatorio e al sistema posturale.

Il bite dentale viene principalmente utilizzato durante le ore notturne, è una placca occlusale costruita in resine acriliche o in altri materiali considerati termoformati che assume la forma di una mascherina da porre fra le due arcate dentali durante uno specifico periodo di tempo.

Al tatto sembra davvero molto sottile che si ha quasi paura di romperlo, eppure riesce a correggere la postura della mandibola, aiuta a preservare lo smalto dentale e ristabilisce il corretto allineamento delle arcate dentali, pur essendo al tatto molto sottile, preservando, inoltre, lo smalto dei denti.

Esistono, principalmente diverse tipologie di bite: personalizzabili ovvero realizzati solo dopo aver preso l’impronta; automodellanti che grazie al loro particolare materiale si adattano senza problemi alla propria mandibola ed, infine, i preformati che con la loro conformazione standard vengono utilizzati solo per trattamenti di poche settimane.

Solitamente il bite viene utilizzato per dare una nuova stabilità e quindi una nuova funzionalità mandibolare, ma allo stesso tempo favorisce un riallineamento posturale verificando la corretta posizione da assumere durante la masticazione e non solo.

Il suo utilizzo è davvero molto semplice, basta inserirlo tra l’arcata dentale superiore e quella inferiore proteggendo così i denti e la lingua dal possibile sfregamento notturno e portando la mandibola nella posizione corretta. In questo modo si forma, sull’arcata dentale una copertura che impedisce di digrignare i denti o di serrarli risolvendo disturbi come le cefalee, il bruxismo notturno eliminando così anche le più semplici tensioni muscolari della mandibola e del collo.

Il bite notturno risulta essere uno strumento molto semplice da usare, l’unica attenzione è alla detersione e alla sua corretta conservazione. E’ opportuno tenerlo in una custodia di plastica e lavarlo sotto l’acqua fredda con un normale spazzolino e dentifricio prima di adoperarlo e prima di riporlo.

Per avere tutte le informazioni sul bite dentale notturno e sulla tipologia più idonea a risolvere il tuo problema contattaci per un consulto e insieme a te troveremo la soluzione ideale.