cause apnea notturna

Le cause dell’apnea notturna

Le cause dell’apnea notturna sono, fondamentalmente, di due tipologie: le cause ostruttive e le cause di tipo centrale; in entrambi i casi la sindrome delle apnee notturne interrompe il sonno o, nei casi meno gravi, ne altera la qualità.

Le cause di tipo centrale sono legate ai centri nervosi che controllano la respirazione, in questo caso si interrompe l’impulso nervoso che muove i muscoli respiratori; le cause di tipo ostruttivo, invece, provocano il blocco meccanico delle vie respiratorie, è come se le strutture respiratorie collassassero.

L’origine dell’apnea notturna va cercata, più in generale, nelle vie aeree superiori come il naso e la gola che garantiscono la respirazione, durante la veglia la respirazione è sostenuta dal condotto faringeo che contraendosi dilata le vie aeree permettendo il passaggio dell’aria. Durante le ore di sonno, invece, questi muscoli si rilassano provocando il restringimento delle vie respiratorie, questo avvenimento fisiologico nei pazienti affetti da sindrome da apnea notturna è compromesso, provocando problemi di respirazione.

I motivi che portano ad una respirazione anomala e di conseguenza ai disturbi del sonno sono molteplici, elenchiamo alcune delle i più comuni:

  • Adipe in eccesso e sovrappeso: l’eccessivo strato adiposo presente, ad esempio, intorno al collo, provoca l’ispessimento della trachea rendendo il passaggio dell’aria sempre più difficoltoso. Inoltre i pazienti in sovrappeso possono contrarre questa sindrome e, allo stesso tempo, ridurla del 10% diminuendo il proprio peso corporeo.
  • Rilassamento eccessivo della muscolatura del collo: quando i muscoli del collo perdono di tonicità e si rilassano possono limitare il passaggio dell’aria nelle vie respiratorie fino, in estrema analisi, a chiuderle. E’ questa una condizione presente nei pazienti più anziani che vedono il proprio tono muscolare perdere di tono a causa del fisiologico processo di invecchiamento.
  • Dimensioni di lingua e tonsille: l’aumento delle dimensioni di lingua e tonsille hanno come diretta conseguenza il restringimento delle vie aeree. E’ questa una condizione tipica, soprattutto dei bambini, che comunemente sono affetti da tonsille gonfie.

I pazienti che soffrono della sindrome dell’apnea notturna sono esposti a moltissimi rischi per la salute: sono diverse, infatti, le patologie a cui ci si espone come le alterazioni del battito cardiaco, l’ipertensione e altre patologie cardiache, a queste va aggiunto il costante aumento del livello di stress.

In alcuni casi è possibile rimediare all’apnea notturna cambiando il proprio stile di vita per intervenire sui fattori predisponenti come il peso, l’eccessivo consumo di alcolici e l’utilizzo di farmaci sedativi. Nel caso in cui il problema sia strutturale è necessario l’utilizzo di dispositivi intraorali per risolvere definitivamente il problema.

Per tutte le informazioni sui rimedi e sulle cause dell’apnea notturna puoi chiamare il nostri dentisti che cercheranno, insieme a te, la soluzione più adeguata al tuo problema.