denti-da-latte-o-decidui

Denti decidui o da latte: 4 cose da sapere

La salute dei bambini è una delle cose a cui occorre prestare più attenzione. Sono molte e frequenti le domande sui denti decidui o da latte e in questo articolo daremo alcune risposte utili a comprendere come si sviluppa la dentizione, quali sono i principali problemi che incontra e quali le soluzioni.

Denti da latte: quanti sono e quando compaiono

Lo sviluppo dei denti inizia nei primi 6-8 mesi di vita del neonato e si protrae fino alla loro completa eruzione intorno ai 3 anni. Ogni dentino cresce in tempi differenti e in base a fattori individuali, quindi non c’è da preoccuparsi se ci sono ritardi anche di molti mesi. La dentatura decidua è composta da 20 denti, meno quindi di quella permanente che ne comprende 32, e si dispone in numero di 10 per ogni arcata. Compaiono prima i quattro incisivi centrali, poi quelli laterali superiori (1 anno), quindi gli incisivi inferiori e i primi quattro molari. Gli ultimi a spuntare sono i canini (1 anno e mezzo) e secondi molari (dopo 2 anni). L’eruzione porta con sé alcuni sintomi come salivazione copiosa, riduzione dell’appetito e pianti frequenti dovuti a lievi infiammazioni delle gengive. Da smentire l’associazione diretta con febbre e diarrea, dovute ad altre cause.

Quando cadono i denti da latte e cosa fare

La caduta dei denti decidui e la comparsa di quelli permanenti avviene in tempi diversi ma inizia intorno ai 6 anni e finisce intorno ai 12-14 anni. Tra un periodo e l’altro c’è una fase di dentizione mista che occorre tenere sotto controllo con visite odontoiatriche, perché è proprio in questo periodo che possono cominciare a formarsi le prime anomalie dentarie come malocclusioni, inclusioni e agenesie.

Denti-decidui-neonato

Denti da latte che non cadono

Siamo difronte a un caso di dente incluso, ovvero di un dente permanente che non fuoriesce e rimane incluso nell’osso dentario. La causa più frequente è lo spazio insufficiente all’eruzione, il più delle volte dovuto a un’eccedenza nel numero degli elementi dentali. Occorre preoccuparsi qualora si superi un periodo di 8 mesi dalla caduta naturale del dente simmetrico e in tal caso andare da un odontoiatra che svolgerà una Rx Ortopanoramica per individuare il problema.

Denti da latte cariati

Contrariamente a quanto si pensi i denti da latte cariati vanno curati per evitare problemi a quelli permanenti come malocclusioni, e le cure sono le stesse. L’azione della placca batterica in questo caso agisce in modo più veloce che negli adulti perché lo smalto è più sottile e fragile, quindi è più facile che raggiunga la dentina. In tal caso occorre agire in fretta. Per evitare l’insorgere di carie bisogna aiutare il bambino a lavarsi i denti e in alcuni casi integrare l’alimentazione del piccolo con integratori a base di fluoro. Frequente è poi la cosiddetta carie da biberon dovuta all’uso eccessivo dello strumento, sul quale si depositano sostanze zuccherine e cariogene.

In questo articolo abbiamo visto soltanto alcune caratteristiche dei denti decidui, più avanti ne vedremo altre. Nel frattempo vi suggeriamo di portare i vostri bambini in uno degli studi dentistici di Family Dent per effettuare una visita di controllo senza impegno e verificare la crescita dei loro denti. Si consideri che la prima visita andrebbe fatta al comparire del primo dente da latte, dai 6 anni bisognerebbe poi effettuare un controllo ogni 6-12 mesi, anche per abituare il bambino al rapporto col dentista e alla cura della propria salute dentale.

800 561 006