Denti e gravidanza

Denti e gravidanza: le malattie dentali delle donne incinta

Il rapporto tra denti e gravidanza è un tema da prendere con una certa serietà, alcuni studi scientifici hanno infatti mostrato il ruolo che la salute dentale delle donne incinta ha sugli esiti della gravidanza.  Sono state evidenziate possibili correlazioni tra infezioni orali materne e parto prematuro, aborto spontaneo e ritardi nello sviluppo del feto. Queste correlazioni non sono state però confermate in modo definitivo, ciò che è stato confermato è invece la possibile trasmissione ereditaria di patologie dentali come la carie e le gengiviti.

Partendo dal presupposto fondamentale che una madre sana è importante per sè stessa e per il nascituro, in questo articolo vedremo quali sono i principali problemi che colpiscono i denti e le gengive delle donne in gravidanza. In un articolo successivo vedremo invece quali cure odontoiatriche è possibile intraprendere e quali misure di prevenzione adottare per salvaguardare la salute del bambino che nascerà.

Denti e gravidanza: quali sono i disturbi dentali delle donne incinta?

Per prima cosa occorre dire che le patologie dentali di cui è direttamente responsabile la gravidanza compaiono di solito durante i primi 3 mesi e che colpiscono fino al 100% delle gestanti. Detto ciò vediamo quali sono:

Gengivite gravidica

A partire dal secondo mese le stimolazioni ormonali, specialmente se l’igiene orale è scadente, possono indebolire le gengive causando infiammazioni, arrossamenti e perdite di sangue.

Parodontite

Le infezioni batteriche possono portare anche a malattie parodontali. Nel caso si soffra già di questo tipo di patologie è molto probabile che si verifichi un peggioramento. Occorre curare queste infezioni per evitare che si trasmettano al nascituro.

Erosione dello smalto e sensibilità dentale

Possono verificarsi assottigliamenti dello smalto e recessioni della gengiva che possono portare all’esposizione della dentina, il tessuto osseo del dente, generando ipersensibilità dentale e dolori anche molto acuti.

Carie e ascessi dentali

Molto spesso si verifica un aumento del rischio di carie e ascessi dentali che, come abbiamo già segnalato, possono trasmettersi al bambino. L’insorgenza è dovuta anche ai frequenti vomiti da iperemesi gravidica che possono corrodere e indebolire i denti.

Granuloma apicale

È stata evidenziata un’incidenza del granuloma apicale tra il 2% e il 5% delle donne in gravidanza. Si tratta di un nodulino rosso che appare sulle gengive e che di solito scompare dopo il parto. Da non confondere con linfomi e tumori maligni.

Epulide

Sempre per effetto degli squilibri ormonali si possono verificare degli ingrossamenti delle gengive, soprattutto nell’area anteriore della bocca, che possono essere asportati qualora particolarmente fastidiosi. Di solito scompaiono dopo il parto.

Donna incinta dal dentista

Come abbiamo giù detto vedremo in un altro articolo quali interventi possono essere effettuati e come comportarsi al meglio per preservare denti e gravidanza. Nell’attesa vi ricordiamo che per ogni chiarimento e domanda potete contattare i nostri odontoiatri professionisti al numero verde 800 561 006 o compilare il modulo di informazioni qui.

800 561 006