Gnatologia-studio dentistico

Gnatologia: cos’è e cosa cura

Cos’è la gnatologia?

La gnatologia (dal greco γνατός = mandibola, λόγος = studio)  si occupa di individuare e curare i disturbi dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) e dell’apparato masticatorio. Si tratta di un’area di specializzazione dell’odontoiatria nata attorno agli anni ’60 e non va confusa con l’ortodonzia, la quale si occupa di riallineare i denti.

Il compito dello gnatologo, lo specialista che si occupa di questa branca, è quello di individuare il migliore rapporto tra il cranio e la mandibola e, nel caso sorgano complicazioni, ripristinarlo attraverso specifici interventi.

Le patologie curate dalla Gnatologia

I disturbi cranio-mandibolari riguardano varie componenti anatomiche dell’apparato masticatorio. Oltre all’articolazione temporo-mandibolare sono coinvolte altre strutture come i muscoli e i nervi che muovono la mascella (i cosiddetti neuromuscolari) tra cui la lingua. Le malattie e i sintomi che derivano da problemi all’apparato masticatorio sono molti più di quelli che ci si possa immaginare:

  • Mal di testa e dolori al viso dovuto all’affaticamento dei muscoli addetti alla masticazione, quando non derivano da malocclusioni dentali
  • Click alla mandibola ovvero un rumore generato dai movimenti mandibolari
  • Difficoltà e movimenti non lineari durante l’apertura e chiusura della bocca dovuti all’infiammazione dell’articolazione
  • Mal d’orecchio, fischi e ronzii (acufene) causati da un rapporto scorretto tra apparato masticatorio e orecchio interno
  • Bruxismo, ovvero l’abitudine a serrare o digrignare i denti. Il più delle volte deriva da fattori emotivi ma non sono da escludere disfunzioni dell’ATM
  • Dolori al collo e alla cervicale che possono causare senso di vertigine, instabilità motoria, nausee e vomiti
  • Apnee notturne e russamento
  • Problemi di deglutizione e disfunzioni linguali
  • Perforazione del disco (un componente dell’ATM) e artrosi

È da escludere una connessione diretta con la nevralgia da trigemino, patologia scatenata da altri fattori come il contatto tra un nervo e un vaso sanguigno che scorre accanto.

articolazione-temporo-mandibolare

Cause dei problemi di masticazione

  • Malocclusioni dentali che indeboliscono i naturali meccanismi di compensazione neuromuscolare
  • Bruxismo notturno e parafunzioni durante la veglia che possono essere causa e conseguenza dei disordini temporo-mandibolari
  • Problemi posturali. È ormai assodato che alterazioni della postura come le scoliosi possono determinare conseguenze su tutto l’apparato stomatognatico. Si parla infatti di gnatologia posturale
  • Altre cause come fratture ossee e anomalie nello sviluppo.

Le tecniche di cura

Per individuare la presenza di patologie all’articolazione lo gnatologo si serve di strumenti diagnostici come risonanze magnetiche, le più utili, statigrafie, srtroscopie, tomografie computerizzate e in piccola parte ortopanoramiche.

Una volta identificato il problema si sceglie la cura più idonea:

  • Somministrazione di farmaci per il rilassamento muscolare
  • Bite e apparecchi ortodontici per stabilizzare l’arcata e correggere i contatti occlusali
  • Chirurgia maxillo-facciale per i casi più gravi

La terapia il più delle volte presuppone un programma multidisciplinare che coinvolga anche un fisioterapista, un ortopedico, un otorinolaringoiatra e un neurologo.

Se soffri di dolori alla mandibola e vuoi un consulto non esitare a contattarci e a prenotare una visita dentistica senza impegno.

800 561 006