malocclusione dentale

Le principali cause della malocclusione dentale

Quando si ha un malessere dentale è tutto il corpo a risentirne, per via dei numerosi dotti nervosi.

Una malocclusione dentale può provocare danni all’articolazione temporomandibolare che può, come conseguenza, influire sul benessere della cervicale e provocare mal di testa.

Tale disturbo è identificabile, come il nome stesso fa intendere, ad un disallineamento tra i denti della mascella e della mandibola. Questo rapporto poco armonico e non equilibrato comporta problemi nella masticazione e nella corretta pronuncia delle parole.

Le cause di questa anomalia sono davvero svariate e ricongiungibili a diversi fattori. In alcuni casi può risultare come un fattore ereditario, derivante dalla cattiva abitudine di mettersi il pollice in bocca o di usare il ciuccio anche dopo i tre anni di età. Può dipendere anche da fattori ritenuti più importanti, come la perdita precoce di uno o più denti permanenti, da un tumore alla bocca o da un possibile trauma avvenuto in età infantile.

La malocclusione dentale è possibile curarla in diversi modi a seconda dell’entità del problema e della gravità del caso. I dentisti possono intervenire mediante l’estrazione dentaria quando risulta esserci poso spazio oppure mediante l’applicazione di apparecchi ortodontici fissi, mobili o bite.