Pulizia dell'apparecchio

Come pulire l’apparecchio? Alcuni consigli

L’apparecchio è un investimento da proteggere e curare per conservarlo integro nel tempo. Abbiamo visto in precedenza, in un post dedicato all’ortodonzia fissa, come l’apparecchio possa favorire la demineralizzazione dello smalto, aumentando così la presenza di carie ed infiammazioni al cavo orale.

Ogni tipo di ortodonzia, fissa o mobile, ha le proprie caratteristiche specifiche. In tutti quanti, però, i germi trovano una grande occasione di nascondersi portando anche alla formazione di placca. Questi problemi possono essere evitati con una corretta igiene.  Questo articolo che avevamo scritto sui diversi tipi di apparecchio aiuta a comprendere meglio come intervenire per la pulizia.

Gli strumenti da usare almeno due volte al giorno sono:

  • Uno spazzolino da denti di alta qualità. Serve a pulire in una fase iniziale l’apparecchio. Va tenuto con un angolo di 45 gradi spazzolando dall’alto verso il basso per rimuovere la placca e i residui di cibo. Può essere utile spostare il labbro con le dita per arrivare meglio a pulire tutte le superfici.
spazzolino setole morbide
  • Filo interdentale o scovolini o archetti. Il cibo può incastrarsi sia tra i denti che tra i denti e i sistemi di ortodonzia fissa.
shutterstock_386744662
  • Un idrogetto/doccia dentale. E’ un sistema che “spinge” l’acqua attraverso un flusso molto sottile (e quindo con una forte pressione) e può essere direzionato nelle fessure tra i denti e intorno all’apparecchio. Se ne trovano a buoni prezzi nei centri commerciali.
Idrogetto

Con questi tre accorgimenti i residui di cibo, i batteri e altre sostanze nocive possono essere rimosse. Fare controlli periodici dal dentista è una garanzia sia per la propria salute che per il proprio apparecchio. Prenota ora la tua visita dentistica senza impegno.

 

 

 

 

800 561 006