filo interdentale

Come usare il filo interdentale in modo corretto

Il filo interdentale è un ottimo alleato nella lotta alla placca e ai residui di cibo. È importante però adoperarlo in maniera congiunta allo spazzolino e al collutorio, solo così si potrà avere una bocca senza germi o batteri. Ma come si deve usare il filo interdentale?

Generalmente è consigliabile adoperare il filo interdentale almeno una volta al giorno, alla sera, quando si ha più tempo e calma da dedicare all’igiene orale. Per avere un sorriso smagliante e denti sani è possibile seguire questo piccolo vademecum su come si deve adoperare il filo interdentale.

Come prima cosa bisogna aprire la confezione sterile nella quale è contenuto il prodotto e successivamente tagliare un segmento del rocchetto di circa 40 cm.

A questo punto è possibile avvolgere il filo intorno al medio, per poi mantenerlo teso tra pollice ed indice e procedere lentamente e delicatamente a ripulire le fessure presenti tra dente e dente. Ricordate di non riutilizzare la parte sporca per pulire tra i denti successivi, ma di adoperare una parte pulita del filo.

Una volta finito di usare il filo interdentale per ogni fessura è consigliabile sciacquare la bocca con il collutorio per eliminare i residui di placca o cibo ancora presenti nella cavità orale.

In un prossimo articolo vedremo quali sono le differenti tipologie di filo interdentale e in quali casi devono essere utilizzate. Continua a seguirci per conoscere tutti gli aggiornamenti sull’igiene del cavo orale.