Denti Sensibili

Denti sensibili

Cause della sensibilità dentale

denti sensibili possono provocare dolori acuti e violenti se messi a contatto con alcuni cibi e bevande fredde, calde, dolci o molto acide. Può sembrare strano ma anche quando si spazzolano i denti, in alcuni casi in modo molto energico, si può provocare dolore. Ma quali sono le principali cause della sensibilità dentale?

Ad esempio, le carie in stato avanzato, prodotte dalla corrosione del dente da parte dei batteri che proliferano nel cavo orale e la retrazione gengivale causata da infiammazione possono aumentare il fastidio dei denti sensibili.

Quando lo smalto viene corroso da cibi altamente acidi quali arance, limoni o pomodori o quando viene mordicchiato dai batteri si arriva ad uno strato giallastro chiamato dentina. Di solito, in denti sani lo smalto e la base delle gengive vanno a coprire la dentina, ma quando incontriamo casi in cui vi è recessione gengivale, la dentina è scoperta ed il risultato è proprio quel fastidioso dolore che sentiamo al momento del contatto con caldo e freddo.

L’assottigliarsi nel tempo di vari strati del dente porta infatti all’esposizione della polpa, che è ricca di terminazioni nervose e vasi sanguigni. In questo stadio di corrosione del dente si avvertiranno con intenso dolore tutte le sensazioni legate al freddo, al caldo, all’acido o al dolce.

sensibilità dentale: cause e rimedi

Quali sono i rimedi per i denti sensibili?

La sensibilità dentale è uno dei disturbi più diffusi, specialmente in estate, tant’è vero che uno su tre di noi ha un malessere causato dai denti sensibili. Ma come è possibile rimediare alla sensibilità dentale e gustarsi un gelato o un bicchiere d’acqua ghiacciato per rinfrescarsi in una calda giornata estiva?

Sicuramente è fondamentale rispettare alcune regole per avere dei denti sani e forti nel tempo.

9 regole da rispettare per alleviare la sensibilità dei denti e delle gengive

  1. Lava i denti con uno spazzolino a setole morbide, diminuendo la pressione. Questo ti consentirà di ridurre notevolmente le abrasioni dello smalto dentale e di prevenire l’ipersensibilità dentinale
  2. Usa il filo interdentale in modo corretto, senza danneggiare i tessuti
  3. Lavati i denti almeno una buona mezz’ora dopo che hai mangiato cibi acidi
  4. Riduci il consumo di cibi o bevande ed alimenti acidi quali quali limoni, arance, mandarini, i pomodori freschi, mele, sottaceti, succhi di frutta, vino, aceto e la soda
  5. Utilizza dentifricio che contengono fluoro e nitrato di potassio per poter rafforzare lo smalto
  6. Non digrignare i denti durante il giorno ed eventualmente chiedi al tuo dentista di fiducia un paradenti per la notte
  7. Conduci uno stile di vita sano ed equilibrato, proprio perché lo stress è in grado di aumentare molto la sensibilità dentale. A tal proposito nei periodi di forte stress psicologico, anche quando sono temporanei e ridotti, tendiamo a produrre più placca, per tale motivo è consigliabile ritagliarsi il più possibile momenti rilassanti, perché anche il relax contribuisce al mantenimento di una buona igiene orale
  8. Fissa con regolarità e costanza una pulizia dei denti professionale dal tuo igienista dentale per mantenere una corretta igiene orale. È consigliabile almeno una volta all’anno.
  9. Aiutati con rimedi naturali quali lavaggi con acqua e bicarbonato di sodio o oli essenziali ai fiori di garofano o alla cannella

Quelli che ti abbiamo indicato sono solo alcuni rimedi immediati per alleviare il dolore ed evitare che la situazione peggiori. Per quanto riguarda le terapie professionali, ti consigliamo di rivolgerti a un specialista.

Contatta i nostri dentisti per avere maggiori informazioni sulla cura dei denti sensibili, prenota una visita specialistica senza impegno per ricevere una valutazione dell’attuale stato di salute del tuo cavo orale.

Richiedi informazioni

800 561 006